start2impact logo

Accedi

Contatti

Abbonamento

whatsapp

AZIENDE

Pubblica un'offerta

Armando Battafarano, August 25 2019

DA DISOCCUPATO A DIGITAL MARKETING SPECIALIST: LA STORIA DI ARMANDO

Mi chiamo Armando, sono lucano ma vivo a Genova da ormai tre anni per studiare Economia e rincorrere i miei sogni.

Oggi sto per cominciare il mio percorso come Digital Marketing Specialist per D-Heart, la startup che ha inventato il primo elettrocardiografo per smartphone ed è sostenuta da Fondazione Vodafone oltre ad aver vinto premi come il Priya Haji Award dell’Università di Berkeley.

Il mio motto è “Fall Forward”, e più avanti capirete perché. 

Ma andiamo per gradi. 

Negli ultimi anni la mia vita è stata caratterizzata da moltissimi cambiamenti, e oggi voglio raccontarvi quello più importante. 

LA MIA STORIA

Tre anni fa ho deciso di dare una sterzata alla mia vita, andando a studiare in una città dove non conoscevo praticamente nessuno

Volevo mettermi alla prova, vedere come sarei stato in grado di affrontare un contesto totalmente diverso da quello in cui ero cresciuto, superare i miei limiti, le mie paure e realizzarmi. 

Gli studi andavano bene, ero molto soddisfatto e avevo creato un buon network di persone all’Università. 

Proprio mentre tutto sembrava andare per il meglio ci fu un episodio che mi buttò giù, ma mi permise di mettere le radici di quello che poi è diventato il cambiamento più importante della mia vita. 

La mia più grande paura era ritrovarmi il giorno dopo la mia laurea (la laurea che tanto sognavo e per la quale stavo sveglio nottate intere a preparare gli esami) e dire a me stesso: 

“Ok, e ora cosa faccio?”.

Questo pensiero mi tormentava durante il mio terzo anno di Università, quindi decisi di iniziare a sporcarmi le mani e cercare un lavoro che mi avrebbe permesso di fare esperienza. 

Non cercavo chissà quale lavoro, mi bastava qualsiasi cosa, l’importante era non arrivare impreparato al giorno dopo la mia laurea. 

Ma le cose non erano per niente facili. Feci in pochi mesi tantissimi colloqui, ma nessuno mi voleva o meglio, nessuno voleva una persona senza un minimo di esperienza. 

Capii che la buona volontà non bastava affatto. 

UN NUOVO PERCORSO NEL DIGITAL MARKETING 

Di sera ero solito passare un po’ di tempo su LinkedIn per guardare le nuove offerte di lavoro che venivano pubblicate. 

Ma la mia attenzione quella sera cadde su un post di un membro della Community di start2impact, che ringraziava Gherardo e Virginia per avergli permesso di acquisire delle competenze concrete, spendibili nel mondo del lavoro e per averlo messo in contatto con una Startup. 

Era una manna dal cielo. 

Non avevo la più pallida idea di che cosa si trattasse ma mi incuriosii e cercai su Google. 

Scoprii che la piattaforma era proprio quello di cui avevo bisogno. 

Avrei avuto la possibilità di studiare quello che il mondo lì fuori cercava e avrei anche potuto mettere in pratica quanto studiato con dei progetti personali. 

Non c’era tempo da perdere, dovevo iniziare subito. 

Appena entrato in piattaforma non sapevo ancora quale percorso intraprendere, quindi scelsi di guardare tutte le serie tv per orientarmi meglio. 

La prima stagione di Mindset mi folgorò, mi fece capire che quando desideri qualcosa e lavori sodo per ottenerla, niente e nessuno può fermarti. 

Ma la vera svolta ci fu quando iniziai ad addentrarmi nel tema del Marketing Digitale, a capire le potenzialità di quegli strumenti e le opportunità che avrei potuto avere grazie a questi. 

Mi misi subito alla prova con i progetti. 

Ricordo benissimo il primo “Scrittura: come toccare il cuore delle persone”. 

Passai due giorni a cercare un argomento abbastanza figo da fare colpo su chi l’avrebbe letto, ma poi capii che avrei dovuto solo parlare di me, dei miei obiettivi e delle mie paure. 

Il tema di quel progetto era proprio il “fall forward”. 

Cadere in avanti, cercare di imparare dai propri errori e non abbattersi, perché solo chi non prova non sbaglia. E io provai tanto. 

Grazie ai consigli di Alessandro ed Elisabetta vedevo dei grandi miglioramenti dopo ogni progetto e mi sentivo sempre più pronto a trovare il coraggio di presentarmi ad una delle startup. 

I MIEI OBIETTIVI: DIVENTARE DIGITAL MARKETING SPECIALIST

Erano gli inizi di maggio, avevo da poco compiuto 24 anni e il percorso su start2impact mi gasava sempre di più. 

Decisi che era il momento di guardarmi intorno e farmi un’idea di quali startup potessero interessarmi. 

Mi accorsi che c’era una startup che si chiamava D-Heart e che aveva la sede a 2 chilometri da casa mia. 

Era l’ideale per me. 


Chiesi subito a Gherardo qualche informazione e iniziai a lavorare ad una strategia per mettere in risalto le mie skill e ottenere un colloquio. 

La prima bozza della strategia faceva letteralmente schifo ma mi sembrava la cosa più figa che avessi fatto fino a quel momento. 

Però grazie al coaching 1 to 1 con Gherardo sono riuscito a definire meglio gli obiettivi, gli strumenti e a creare una presentazione più accattivante. 

Era tutto perfetto, solo che... 

Dopo un mese non avevamo ancora ricevuto una risposta. 

Sentivo di aver giocato le mie carte al meglio, ma allora perché non avevo fatto neanche il colloquio? 

Forse non sarebbe andata proprio come speravo. 

Ma ad un certo punto, quando non ci credevo neanche più, Gherardo mi contattò. 

Era riuscito a farmi ottenere un colloquio su Skype con il CEO di D-Heart. 

Passai i quattro giorni seguenti a prepararmi per quel colloquio, a cercare di trovare il modo per valorizzare al massimo il mio lavoro e alla fine il giorno del colloquio arrivò.  

PRIMI TRAGUARDI 

Alla fine è andato tutto per il meglio. 

A partire da settembre sarò il Digital Marketing Specialist di D-Heart, la startup che ha inventato il primo elettrocardiografo per smartphone ed è sostenuta da Fondazione Vodafone oltre ad aver vinto premi come il Priya Haji Award dell’Università di Berkeley.

Non vedo l’ora di iniziare a dare il mio contributo in una realtà che ho rincorso tanto, tanto da innamorarmi della loro visione e del loro prodotto. 

Ma questo non è un traguardo. 

È solo un punto di partenza per crescere sia al livello lavorativo che personale, per uscire dall’incertezza del futuro e cominciare finalmente a creare la mia strada, per trovare in mio posto nel mondo. 

Ho ottenuto il ruolo che volevo, ma non ho fatto tutto da solo. 

Credo che senza il supporto di start2impact non avrei combinato veramente nulla. start2impact mi ha dato: 

Ma soprattutto start2impact ha creduto in me, come crede in migliaia di giovani che vogliono cambiare il futuro, e per questo non li ringrazierò mai abbastanza. 

Credete sempre in voi stessi, nelle persone che, come Gherardo e Virginia, possono aiutarvi a migliorare e soprattutto non abbiate paura di fallire, perché è proprio quando cadi che vedi le cose da un altro punto di vista. 

Fall Forward! 


Vuoi entrare anche tu su start2impact? Trovi qui tutte le informazioni sul più completo percorso formativo online per fare Carriera nell’innovazione!

Written by

Armando Battafarano

Tags

Previous 5 COMPETENZE DA IMPARARE PER DISTRUGGERE LA TUA CONCORRENZA
Next LAVORARE COME PROGRAMMATORE A 18 ANNI: IL MIO PERCORSO