start2impact logo

Accedi

Contatti

Pricing

whatsapp

AZIENDE

Pubblica un'offerta

Francesco Porrello, November 20 2019

GUADAGNARE CON INSTAGRAM: 3 COSE CHE NON DEVI FARE

Quando un bel giorno mi sono svegliato e ho scoperto che Instagram poteva trasformarsi in un lavoro, la prima cosa che mi sono chiesto è stata: come posso utilizzarlo per guadagnare?

Questa è la tipica domanda che più o meno tutti ci poniamo quando iniziamo a capirne qualcosa di Internet e di social network. Del resto, un po’ di soldi in tasca fanno sempre comodo, no?

Avevo completamente sbagliato. 

Con questa guida non voglio descriverti la formula magica che automaticamente ti permetterà di diventare milionario con i social network; anche perché non esiste. 

Il mio obiettivo è quello di condividere con te i passaggi che mi hanno portato ad avere la consapevolezza che ho ora. 

Ma soprattutto, cercherò di farti capire cosa non devi fare.

1. (Non) iniziare subito

Fare un salto nel vuoto senza sapere dove vuoi atterrare non è la strategia migliore. 

Lascia che ti spieghi perché devi saper aspettare il momento giusto e non avere fretta di iniziare subito.

La prima cosa che devi fare è creare una community ma per farlo, devi prima di tutto capire di cosa ti vuoi occupare; questo in gergo viene chiamato “trovare la propria nicchia”. 

Ma come faccio a trovarla?

Parti dalle tue passioni e da ciò che sai fare meglio; non puoi occuparti di qualcosa che non conosci o, peggio ancora, che non ti appassiona. 

Ricordati che dovrai condividere con le persone ciò che fai e creare contenuti in modo costante: l’unico modo per riuscirci è fare qualcosa che ti piace veramente.

Ciò che non devi fare in questa fase è iniziare a pubblicare cose a caso, passare da un argomento all’altro, mettere foto di scarsa qualità e pubblicare storie senza un target preciso; piuttosto non creare nulla ma studia, osserva e comprendi

Inizia leggendo articoli sui blog, guardando video su YouTube e seguendo su Instagram persone che fanno quello che vorresti fare tu. Hai a disposizione un sacco di contenuti gratuiti e questo è tutto ciò che ti serve per adesso.

Capirai da solo quando sarà arrivato il momento di iniziare.

2. (Non) pensare ai soldi

Guadagnare non deve essere il tuo obiettivo. I soldi non ti daranno la motivazione per svegliarti ogni giorno con la carica giusta. Guadagnare sarà una conseguenza di ciò che fai con passione.

Il tuo obiettivo deve essere creare valore.

E con valore non intendo soldi ma umanità.  

Quando ho capito che stavo inseguendo l’obiettivo sbagliato (guadagnare su Instagram) ho fatto un passo indietro e sono tornato al primo step.

Sono partito dalle mie passioni.

Mi piaceva molto la fotografia, ma non solo; passavo parecchio tempo a cercare sui migliori blog tecniche per aumentare i follower, rendere le foto più instagrammabili e creare contenuti che catturassero l’attenzione.

Ho iniziato da queste cose: poche ma buone. 

La fase iniziale è stata quella di sperimentare, sbagliare e monitorare. 

Imparavo nuove tecniche per aumentare i follower? 

Le sperimentavo sul mio profilo e monitoravo i risultati. 

Guardavo video tutorial su come modificare le foto per renderle più belle? 

Applicavo alcune correzioni ai miei scatti e verificavo se effettivamente aumentavano i like ai post.

Ecco l’algoritmo che ancora oggi utilizzo per capire se una strategia funziona:

1. Imparare una nuova tecnica
2. Applicare e creare contenuti
3. Monitorare i risultati

Funziona? Ripeti dal punto 2.
Non funziona? Ricomincia dal punto 1.

Semplice, veloce e pragmatico.

Ora che hai capito quale meccanismo usare per creare nuovi contenuti e verificare la loro efficacia è arrivato il momento di passare alla fase veramente importante.

Ti ricordi che ti ho parlato di creare valore

Ora ti svelo un segreto che renderà tutto più chiaro: 

Dovrai condividere i tuoi risultati con gli altri.

Hai letto bene, condividerli! Questo è quello che faccio sul mio profilo Instagram, dove ho creato delle rubriche nelle storie in evidenza in cui descrivo alcune tecniche che utilizzo personalmente per i miei contenuti e per la mia pagina.

Quello che mi ha spinto a farlo è capire che se quelle strategie hanno aiutato me, sicuramente possono aiutare anche qualcun altro; quindi, perché non rielaborarle e renderle più semplici da comprendere attraverso le storie di Instagram?

Ho iniziato a creare valore gratuitamente. Proprio come i blog e i video che mi hanno permesso di imparare senza spendere nemmeno un euro. Ho voluto fare ciò che gli altri hanno fatto per me.

Comportati con gli altri come vorresti che loro si comportassero con te.

Questa è la mia filosofia di vita; sembra un po’ il comandamento che dice “non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te”, ma in versione positiva. 

Un altro consiglio che posso darti è quello di seguire sulle varie piattaforme (Instagram, YouTube, Facebook e chi più ne ha più ne metta) coloro che pensi possano essere una valida fonte d’ispirazione; queste persone sono in grado di darti la motivazione necessaria per raggiungere i tuoi obiettivi.

Non sarebbe bello se ci riuscissi anche tu?

Ecco quale deve essere il tuo obiettivo: essere d’ispirazione per gli altri.

3. (Non) dire che sei bravo

Hai mai sentito parlare di scienza della persuasione

Chi si occupa di marketing lo sa bene. 

Si tratta di un’interessantissima teoria elaborata da Robert Cialdini, secondo la quale le persone (io e te compresi) tendono a semplificare il processo di decisione perché hanno poco tempo a disposizione per scegliere.

Se vuoi saperne di più sulla scienza della persuasione e approfondire l’argomento ti consiglio di dare un’occhiata al corso sul Digital Marketing di start2impact che mi ha fornito questo interessantissimo spunto. 

A quanto pare esistono sei diverse scorciatoie che utilizziamo durante il processo decisionale; una di queste è fondamentale se vuoi iniziare a crearti una presenza sui social (ma non solo).

L'autorevolezza.

Le persone tendono a seguire e rispettare il parere dell'esperto o di chi percepiscono come autorevole.

Dire ai tuoi clienti quanto tu sia bravo ed esperto non è facile, ma puoi fare in modo che qualcun altro lo faccia per te; non devi essere tu a dire che sei bravo, ma devi esserlo talmente tanto da fare in modo che siano gli altri a dirlo al posto tuo!

Questo passaggio è importantissimo nella creazione di una community su Instagram. 

Quando ho iniziato a ricevere i primi feedback dalle persone che applicavano alcune delle mie tecniche e ottenevano risultati concreti, ho deciso di sfruttare questo concetto che avevo imparato per creare un’immagine autorevole della mia presenza.

Ho salvato tutti i feedback nelle storie in evidenza; in questo modo, chiunque arrivi per la prima volta sul mio profilo può vedere cosa pensano le altre persone di me e i risultati che hanno ottenuto.

Un altro esempio dell’applicazione di questo concetto è LinkedIn: ti sei mai chiesto perché è stata creata la possibilità di approvare le competenze che ognuno di noi dice di avere? 

Ora ti sarà sicuramente più chiaro!

Direi che siamo giunti al termine. Adesso saprai sicuramente da dove partire. 

Non ti avevo promesso una formula magica per fare soldi facili con i social, ma dei consigli che mi hanno aiutato e che ancora oggi sono il motivo che mi spinge a fare ciò che faccio.

Non importa ciò che decidi di fare, la cosa che conta veramente è che tu la faccia con passione, dedizione e con la voglia di condividere con gli altri ciò che fai.


Vuoi accrescere ancora di più le tue conoscenze sul Social Media Marketing e sul Digital Marketing in generale? Iscriviti a start2impact acquisire conoscenze pratiche già da oggi!


Non perderti il prossimo blog post. Seguici su Telegram!

Written by

Francesco Porrello

Tags

Previous COME HO INIZIATO LA MIA CARRIERA NEL DIGITAL MARKETING
Next LE 10 (PIÙ UNA) REGOLE DEL BUON DESIGN