torna al Blog
Categorie
Articoli

Aumentare la produttività nel lavoro da remoto: 5 modi per eccellere

Vuoi essere più produttivo lavorando da remoto? Ottimo obiettivo, oggi vedremo 5 tecniche per dare il massimo in tutto quello che fai!

Vuoi aumentare la tua produttività quando lavori da remoto? 

Ottimo obiettivo, non si potrebbe desiderare di meglio!

Ecco perché oggi parleremo di ben 5 tecniche che ti permetteranno di eccellere in tutto quello che fai, così da essere sempre al massimo.

Pronto? Partiamo subito!

1. Crea la tua routine

Sembrerà scontato, ma non lo è affatto.

Anche se il lavoro da remoto può cambiarti la vita in meglio, è molto importante stare attenti a non cadere nella procrastinazione e nell’incostanza: se non siamo abbastanza disciplinati, infatti, ci perderemo strada facendo.

Ora più che mai avere una routine ben definita è fondamentale per aumentare la propria produttività, ma da dove partire? 

Fortunatamente, arrivano in nostro soccorso diverse applicazioni che possono davvero facilitarci le cose, tra le tante presenti online ti consiglio:

  • Habit List: fondamentale per tenere traccia dei tuoi obiettivi, ti motiva e ti permette di rimanere sempre concentrato;
  • Rescue Time: come fa intendere il suo nome, salverà il tuo tempo facendoti capire in che modo lo sprechi maggiormente e come poterlo gestire al meglio, così da portare a termine più impegni, lavorando di meno.

L’ultima risorsa che mi sento di suggerirti è un libro che cambia davvero la vita, specialmente il modo di intendere e creare un’abitudine: Il potere delle abitudini.

Al suo interno sviscera completamente l’argomento, aiutandoti a capire come si formano, quanto ci condizionano e come poter cambiare ciò che non ci piace.

Se non vuoi solo aumentare la tua produttività lavorando da remoto, ma vuoi anche diventare una persona migliore sotto ogni punto di vista, questa diventa una lettura obbligatoria.

Per il resto, sappi solo che non esiste una routine giusta o sbagliata, esiste solo una routine che si addice alle tue esigenze.

Per qualcuno potrebbe andar bene svegliarsi alle 4 del mattino e andare a dormire alle 9 di sera, ma per te potrebbe essere più appropriato svegliarsi alle 8 e andare a dormire a mezzanotte.

Questo nessuno può saperlo, se non tu. Se adesso non hai un piano ben definito, cerca di iniziare mettendo in ordine innanzitutto le cose da fare, quindi i tuoi impegni.

Quando avrai finito, cerca di ripartire questi impegni nel corso della giornata e, se vedi che così andresti a dormire troppo tardi, allora saprai che dovrai svegliarti prima.

Non prendere la routine come qualcosa di fisso e categorico, può essere molto più flessibile di quanto credi, purché ti permetta di stare bene con te stesso e di fare tutto quello che vorresti svolgere durante il giorno.

2. Sistema la tua zona lavoro

Se c’è una cosa che bisogna mettere in chiaro prima di qualsiasi altra è che ogni posto ha la sua funzione.

Lavorare da casa non vuol dire lavorare da qualsiasi luogo della tua casa.

Ad esempio, lavorare direttamente dal letto non potrà certo giovarti, anzi, ti rallenterà parecchio.

Se vuoi davvero essere più produttivo lavorando da remoto, ciò che dovrai fare sarà innanzitutto dividere i tuoi spazi e adibire un luogo dedicato solo ed esclusivamente al tuo lavoro, così da sapere quando inizia e quando finisce la tua giornata (lavorativa) e non confondere il tutto con la vita sociale.

Hai già pensato a quale luogo dare questo scopo?

Bene, ora è arrivato il momento di sistemarlo al meglio.

Ebbene sì, non ti basta sapere che lavorerai dalla tua cameretta per aumentare la tua produttività, dovrai anche fare alcune modifiche di base.

È inutile pensare il contrario: l’ambiente di lavoro influisce drasticamente sulla tua produttività, specie se lavori da remoto.

Persino noi di start2impact lavoriamo da remoto e, infatti, abbiamo imparato tutte queste tecniche a nostre spese.

Se ancora non sai chi siamo o cosa facciamo, clicca qui per capire in che modo poter intraprendere una Carriera nei Lavori del Futuro grazie alla nostra formazione estremamente pratica!

3. Concediti delle pause, ma non esagerare!

Quando si lavora da remoto i rischi, per quanto possa essere assurdo, sono sempre due:

  1. Si fanno troppe pause e si perde la concentrazione
  2. Si fanno troppe poche pause e si perde la concezione del tempo e del mondo esterno

Quale delle due situazioni è la migliore?

Ovviamente nessuna, non dovremmo mai ritrovarci in una simile circostanza!

Ecco perché fare delle pause è certamente fondamentale per mantenere alta la produttività quando si lavora da remoto, ma non si può certo fare pausa tutto il tempo.

Adesso ti parlerò di due tecniche fondamentali per mantenere salda la concentrazione e aumentare la produttività lavorando da remoto.

Si tratta di due metodi piuttosto conosciuti, ma non mi stancherò mai di consigliarli quindi eccoli qui:

  1. Tecnica del pomodoro: un modo per gestire il tuo tempo che prevede la suddivisione del proprio lavoro in intervalli di 25 minuti, separati da pause di 5 minuti.

    Ogni 4 “pomodori” potrai godere di una pausa più lunga di 15/30 minuti.
  2. Forest: in questo caso non parliamo di una “tecnica” specifica, bensì di un’app che ti aiuta a restare concentrato quando svolgi un determinato lavoro.

    Il meccanismo è piuttosto semplice: quando sai che ti serve più focus del solito, pianta un albero nell’app.

    Questo albero crescerà mentre tu lavorerai, ma se uscirai dall’app per rispondere a qualche messaggio o semplicemente per distrarti, ecco che l’albero morirà.

    Rimanere concentrato, invece, non solo ti farà essere più produttivo, ma ti permetterà anche creare la tua foresta poco a poco.

4. Mantieni i contatti con i tuoi colleghi e amici

Parliamo sempre di come tu debba aumentare la tua produttività lavorando da remoto, ma la vita non è fatta solo di lavoro, ci sono anche i rapporti umani.

Noi esseri umani siamo animali sociali e, in quanto tali, non possiamo aspettarci di rimanere costantemente concentrati su determinate azioni senza mai svagarci o senza mai parlare con le persone alle quali teniamo.

Che siano colleghi o amici a distanza, è fondamentale riuscire a tenere stretti i legami. 

Anche in questo caso, internet arriva in nostro soccorso offrendoci tanti programmi e app per permetterci di rimanere in contatto con chi vogliamo.

Tra questi, ecco quali ti consiglio maggiormente:

  • Google Hangouts: si tratta di un software di messaggistica istantanea sviluppato da Google che potrai trovare sia come app che come estensione per Google Chrome.

    Avrai a disposizione la possibilità di inviare messaggi, effettuare chiamate o anche videochiamate;
  • Skype: non penso che abbia bisogno di presentazioni, Skype è da sempre super utilizzato per fare videochiamate, ma al suo interno potrai anche chattare con i tuoi amici o colleghi;
  • Zoom: ormai ultimamente sta sempre più prendendo piede questo programma che permette di fare un po’ di tutto, come videochiamate, chat o riunioni online.

    Risulta, infatti, molto comodo per i meeting online in quanto ti basta crearne uno per generare un link da girare a tutte le persone che vuoi che partecipino.

    Queste ultime, semplicemente cliccando sul link, si troveranno nella stanza online creata da te e potrete parlare in totale comodità.

Se vuoi aumentare produttività nel tuo lavoro da remoto, queste sono sicuramente soluzioni da non sottovalutare sia per te che per il tuo team o gruppo di amici!

Sono consigli che ripetiamo costantemente ai membri della nostra Community che lavorano da remoto per alcune delle nostre 200 startup o aziende partner.

Se anche tu, come loro, vuoi fare Carriera nei Lavori del Futuro, clicca qui per scoprire start2impact e iniziare da subito a costruire il tuo futuro!

5. Non sottovalutare l’esercizio fisico

Siamo quasi arrivati alla fine di questo blog post e, per concludere, non potevo certo non consigliarti di fare attività sportiva.

Lo sanno tutti: tenere in movimento il nostro corpo aumenta le prestazioni e la produttività a lavoro, specie se è da remoto.

So cosa starai pensando: “Ma se devo creare la mia routine, sistemare la mia zona lavoro, fare pause ma non troppe, parlare con i colleghi ma anche con gli amici, dove troverò mai il tempo di fare anche esercizio fisico?”

Per rispondere a questa tua probabilissima domanda, ti rimanderei ai punti numero 1 e 2 in cui abbiamo parlato del potere delle abitudini e della gestione del tempo.

Alla fine, il trucco sta proprio lì, ecco perché poi esistono routine super pianificate: così da riuscire a farci stare tutto.

Un esempio è la routine di Casey Neistat che prevede che lui si svegli alle 4 del mattino, per poi andare a dormire alle 11 di sera.

Nel corso di queste ore, Casey riesce a lavorare, a dedicare del tempo a se stesso, alla sua famiglia e anche alla palestra.

Ora, non sto dicendo che tu debba diventare come lui, probabilmente una routine del genere sarebbe troppo pesante per la maggior parte di noi, però il senso è quello di riuscire a gestire il tutto al meglio (evitando perdite di tempo) così da dedicarti solo alle cose più importanti per te e che potranno realmente farti stare bene.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico in generale, potrei consigliarti milioni di app diverse, ma in questo caso mi sento di suggerirti una soluzione molto più strategica: il canale YouTube di The Body Coach.

Si tratta di un personal trainer che ogni giorno (tranne il weekend) organizza delle live di gruppo con tutti i suoi scritti, sempre alle 10 di mattina, per allenarsi insieme.

Probabilmente, l’idea di allenarti in gruppo con altre centinaia di migliaia di persone, potrebbe stimolarti maggiormente e il fatto di avere una cadenza giornaliera fissa, sempre alla stessa ora, potrebbe permetterti di instaurare questa abitudine nel corso del tempo.

Infatti, sappi che non basta sforzarti per fare qualcosa di buono o di diverso ogni giorno, è importante che tu prenda quell’azione e la faccia diventare un’abitudine reale.

Solo ed unicamente così quell’azione non ti peserà più, anzi, ti verrà naturale e neanche te ne accorgerai perché, ormai, sarà parte integrante della tua preziosa routine.



Fidati se ti dico che, se implementerai questi 5 punti da domani stesso, vedrai aumentare la produttività nel tuo lavoro da remoto da un giorno all’altro.

Nel frattempo, se non hai ancora ben chiaro come affrontare queste sfide quotidiane, ti consiglio di affinare il tuo mindset dando uno sguardo al nostro blog che sviscera tutte queste tematiche e dà spunti concreti e pratici per migliorare e migliorarsi.

Se, invece, ti interessa intraprendere una carriera nell’innovazione (posso garantirti che lì il lavoro da remoto non manca) allora scopri i nostri percorsi nel digitale e inizia a costruire il tuo futuro da oggi!