torna al Blog
Categorie
Lavoro

Fare carriera: perché iniziare dal lavoro in startup

5 startup raccontano come è possibile fare carriera con loro per un giovane e quali sono i propri metodi di lavoro!

Il 90% dei giovani oggi si preoccupa della laurea, ma non di fare esperienza e acquisire le competenze richieste dalle aziende. 

Con le multinazionali questo genera una grande barriera all’entrata, con le startup invece la musica è diversa, perché c’è più volontà di investire sulle persone, purché vi siano delle competenze base sviluppate almeno con progetti personali.

Da qui nasce l’idea di start2impact di dare la possibilità ai giovani di realizzare fino a 60 Progetti Pratici per sviluppare competenze reali richieste dal mercato del lavoro.

In questo modo, è possibile creare un proprio portfolio di progetti personali da mostrare durante il colloquio di lavoro per dimostrare sin da subito cosa si è in grado di fare, anche senza esperienza pregressa.

Adesso potreste chiedervi: ma la startup è il posto migliore per fare carriera?

Tra le startup che fanno parte del nostro network e in cui inseriamo gli studenti che completano uno dei nostri percorsi, ne abbiamo selezionate 5 da intervistare.

Ecco le domande fatte:

  1. Perché uno studente che ha terminato il percorso di, ad esempio, Sviluppo Web e App, Digital Marketing o UX/UI Design dovrebbe scegliere voi anziché altri migliaia di posti di lavoro disponibili?
  2. Quanto velocemente può crescere con voi una risorsa in termini di responsabilità e stipendio?
  3. Come si può a crescere così velocemente?
  4. Come è organizzato in generale il lavoro del team, quali sono strumenti e tecnologie utilizzate e qual è l’esperienza del vostro team?
  5.  In base a cosa scegliete una risorsa da assumere? 

Vi riassumeremo le migliori risposte.

Un consiglio: da adesso in poi leggete attentamente ogni parola, perché ci sono insegnamenti che potreste applicare già alla vostra prima esperienza di lavoro.

1) Perché un giovane talento in Programmazione, Marketing Digitale o UX/UI Design dovrebbe scegliere voi anziché altri migliaia di posti di lavoro disponibili?

i founder di 3bee

3BEE

In 3Bee abbiamo sviluppatoHive-Tech, un innovativo sistema di monitoraggio che aiuta gli apicoltori a tenere sempre sotto controllo lo stato di salute delle proprie api e ridurre il crescente tasso di mortalità di questi insetti fondamentali per la biodiversità e l’equilibrio del pianeta.

Cerchiamo pionieri che vogliano sviluppare con noi nuove tecnologie in settori inesplorati per creare un business sostenibile per l’ambiente. 

BNBSITTER

Bnbsitter è il primo servizio di gestione completa che permette di affittare casa su Airbnb guadagnando senza doversi occupare di nulla.

Da quattro anni gestiamo migliaia di alloggi su Airbnb con un solo obiettivo: far guadagnare il massimo ai proprietari che ce li hanno affidati!

Per chi sente un’energia irrefrenabile di fare qualcosa e l’impazienza di voler testare le proprie capacità in modo concreto, il mondo lento e gerarchizzato delle grandi aziende è un freno. 

Nella sfida di immaginare il mondo di domani i ragazzi mi sembrano un tantino più avanti. È per queste ragioni che, con Biagio, abbiamo deciso che i giovani sarebbero stati il DNA di Bnbsitter!

Da allora, è insieme a loro che abbiamo costruito un ambiente di lavoro che sia sintonia con le attese di ognuno, condividendo valori come il rispetto dell’intelligenza e delle capacità, l’onestà, la solidarietà, la fiducia, la trasparenza all’informazione e la diversità.

DREXCODE

Drexcode è la piattaforma on line che risolve i problemi di look in qualsiasi occasione, dando la possibilità a tutte le donne di indossare il top di gamma, senza doverlo acquistare per indossarlo una sola volta. 

Con Drexcode puoi noleggiare abiti di lusso accedendo ad un guardaroba infinito, di altissimo livello e sempre aggiornato con le ultime collezioni dei più famosi designer. 

Un giovane talento dovrebbe sceglierci perché è emozionante ed “adrenalinico” partecipare alla sfida di aprire un nuovo mercato, creare una nuova abitudine di consumo attraverso un modello di business innovativo.

Soprattutto è un boost incredibile per la formazione, sia essa nella Programmazione, nel Marketing o nella UX/UI, perché le nostre risorse hanno la possibilità da subito di dare il proprio contribuito sui progetti più importanti ed innovativi e di co-creare la strategia insieme al Team Leader come ha fatto Angelica.

MIMOTO

MiMoto Smart Mobility è una startup innovativa che ha lanciato il primo servizio di scooter sharing totalmente elettrico.

Gli scooter utilizzati da MiMoto sono scooter interamente prodotti in Italia.

MiMoto è una realtà a grande impatto sociale che genera vantaggi sia per le persone che per le città che ospitano il servizio: riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, risparmio di CO2, viabilità più snella, aumento degli spazi di parcheggio sono solo alcuni dei benefici che porta con sé MiMoto.  

Siamo una startup composta da ragazzi, tutti under 35 che guardano con fiducia il futuro e si rimboccano le maniche per essere il cambiamento che vogliamo vedere nel Mondo. 

Venire a lavorare in MiMoto vuol dire imparare divertendosi e allo stesso tempo fare del bene al nostro pianeta lasciando un segno, rivoluzionando il concetto di mobilità. 

WASH OUT

Qui a Wash Out offriamo un servizio di lavaggio tramite app a tanti clienti privati, lavando le auto e le moto direttamente in strada. 

Siamo anche partner ufficiali di 3 dei maggiori servizi di car sharing nazionali e di altre primarie realtà aziendali legate al mondo dell’automotive.

Wash Out non fa bene solo alle vostre auto e moto, ma anche all’ambiente…per ogni lavaggio effettuato con noi si risparmiano fino a 160 litri d’acqua! 

Infatti utilizziamo prodotti waterless di nuova concezione grazie ai quali il tuo veicolo rimarrà pulito meglio e più a lungo del tradizionale lavaggio con acqua.

Un giovane talento dovrebbe sceglierci perché lavorerà su progetti che impatteranno davvero sui risultati aziendali, il codice che scriverà avrà valore per i clienti che usano il servizio di Wash Out e nel bene e nel male vedrà subito i risultati del suo lavoro.

2) Quanto velocemente può crescere con voi una risorsa in termini di responsabilità e stipendio?

il team di mimoto

3BEE 

Vi faccio direttamente un esempio che rende meglio l’idea:  

Marco (nome inventato per ragioni di privacy) è entrato in prova come tesista: rimborso 400€ per 3 mesi.

Dopo la prova è stato assunto a tempo indeterminato con uno stipendio annuo di 24.000€ lordi e dopo altri 6 mesi è passato a uno stipendio annuo di 36.000€ lordi.

In più, inizierà a seguire 2 nuove risorse.

BNBSITTER 

Le risorse da noi devono crescere molto rapidamente, altrimenti è il mio stesso ruolo di CEO che metterei in discussione.

Faccio alcuni esempi di evoluzione rapida perché so che piacciono sempre: 

  • Alex (nome inventato per ragioni di privacy) è entrato come stagista in SEO ed è passato in meno di 2 anni da una remunerazione di stage di 1.000€ netti al mese (ben superiore già ai 600€ circa previsti per legge in Francia) a una di 2.300€ netti diventando responsabile della strategia SEO.
  • Martin (nome inventato per ragioni di privacy) è entrato come sviluppatore Senior (a soli 23 anni) e dopo 1 solo anno ha assunto la responsabilità di gestire tutti i progetti tecnologici strategici dell’impresa col ruolo di Lead Dev e un salario di 3.900€ netti al mese.

E le ragazze non sono da meno nei ruoli manageriali. Oggi il team operativo è gestito da Elise con un salario di 2.100€ netti al mese.

DREXCODE 

La prima risorsa entrata in Drexcode, è ormai diventata un pilastro dell’azienda. 

Già dall’inizio si è distinta per proattività ed intraprendenza: dopo aver letto un articolo on line su di noi quando eravamo ai nostri primi mesi di vita, ha scritto una mail di autocandidatura, offrendosi di lavorare anche gratuitamente nella totale convinzione che l’iniziativa avrebbe avuto successo, e quindi nella completa certezza che avrebbe avuto presto uno stipendio.

È entrata con uno stage retribuito, trasferendosi da Salerno a Milano. In un primo tempo si occupava prevalentemente di esecuzione newsletter e post facebook. Dopo 6 mesi l’abbiamo assunta a tempo indeterminato. 

Oggi è responsabile di tutta la comunicazione di Drexcode a livello europeo in termini di contenuti ed immagini: gestisce tutti i social, tutti i contenti sul sito, compreso il blog. 

MIMOTO 

Abbiamo da qualche mese compiuto un anno di attività, abbiamo aperto in due città in meno di 12 mesi e le nostre risorse crescono al nostro stesso ritmo: quasi tutte le risorse entrate nella nostra squadra hanno già un contratto migliore da quello con cui hanno messo piede in MiMoto.

Nella nostra realtà è tutto direttamente proporzionale e siamo convinti che gli obiettivi raggiunti in questo tempo non sarebbero arrivati senza il nostro team. 

WASH OUT

Chi si impegna cresce e in fretta! In Wash Out siamo bramosi di avere persone che vogliano partecipare realmente all’aumento del valore della società. 

È già successo che chi è entrato in stage come prima esperienza lavorativa sia diventato in 12 mesi manager con contratto a tempo indeterminato.

3) Come si può crescere così velocemente?

team di bnb sitter

3BEE

La crescita è dettata dalle nuove sfide che ci vengono richieste. 

Tutte le nuove figure vengono formate nei primi 3 mesi da dottorandi e figure Senior nelle varie discipline: Data Scientist, Elettronici, Programmatori, Growth Hacker etc.

Queste figure sono presenti anche in aziende tradizionali, la differenza è nel percorso e nel carico di responsabilità.

In grosse aziende si rimane fermi a pochi compiti e poche funzioni, da noi si acquisiscono velocemente abilità trasversali.

Tuttavia se non si sta al passo con il cambiamento e la crescita di ruolo si è costretti a trovare lavori più statici.

BNBSITTER

In Bnbsitter si cresce dal giorno n.1.

La tecnica è quella, forse un po’ rude lo ammetto, di gettare il bambino in acqua affinché “impari” a nuotare da solo piuttosto che di “insegnargli” a nuotare. 

E sebbene i primi giorni in impresa risultino alquanto scioccanti per i nuovi arrivati, dopo qualche mese i progressi sono incredibili e i risultati, anche economici, fanno dimenticare presto quei giorni.

Ma non è tutto. Delle vere giornate di formazione frontale con esperti in diversi settori sono sostenute attivamente e pagate dall’impresa su richiesta libera di ognuno.  

Solo nel 2018 ne abbiamo organizzate più di una trentina.

DREXCODE

Fin da subito diamo responsabilità, compiti ed obiettivi precisi, seppur supportati dalle figure senior che hanno l’obiettivo principale di formare le nuove risorse.

Quello che ci aspettiamo sono persone che vadano oltre i propri compiti, ad esempio approfondendo nuovi social media, utilizzando tutti i tool di formazione messi a disposizione da noi e dai nostri fornitori digitali (webinar, corsi di formazione…) e ampliando pro-attivamente le proprie competenze e la propria area di responsabilità, diventando un riferimento per tutta l’organizzazione che via via si allarga.

MIMOTO

Nella “Google era” in cui il risultato è ottenuto in modo immediato e senza fatica, nell’era del tutto e subito per intenderci, rischiamo di dare ai giovani un messaggio sbagliato.  

Tengo a sottolineare che la crescita professionale veloce è sì possibile, ma per crescere ci vuole volontà di farlo con spirito di sacrificio, dedizione, passione, attaccamento, adesione al progetto, costanza, continuità, persistenza, curiosità, serietà, fame, puntualità.  

È una ricetta composta da tanti ingredienti, un’equazione composta da tante variabili che la generazione di giovanissimi di oggi ogni tanto dimentica. 

4) Come è organizzato in generale il lavoro del team, quali sono strumenti e tecnologie utilizzate e qual è l’esperienza del vostro team?

team di washout

3BEE

Utilizziamo una metodologia Agile adattata alle varie mansioni e ruoli, cioè definiamo e programmiamo il lavoro ogni 2 settimane con i membri del nostro team (attualmente 7).

Durante queste 2 settimane i junior riferiscono costantemente al relativo project manager così da cambiare e modificare i task in base alle necessità o ai problemi riscontrati. 

Alcuni nostri dipendenti sono in smartworking e lavorano da casa, l’orario di lavoro è flessibile ma solo nelle ore diurne. 

Spesso chiediamo degli sprint e giornate di hard working, cioè 10/12 ore di sprint e per questo incentiviamo i dipendenti alle vacanze se non le fanno.

Per quanto riguarda l’esperienza, il nostro CEO ha una laurea specialistica in Ingegneria Elettronica e ha lavorato al MIT di Boston e all’Università di Sydney.

BNBSITTER

Non credo che Bnbsitter sia molto diversa da molte altre startup in termini di strumenti o tecnologie di lavoro. 

Voglio però soffermarmi su qualcosa che ritengo ci renda unici e che è, come dicevo, il nostro vero DNA: puntare tutto su un team di giovani.  

Il dato più interessante in questo senso è che oggi il nostro team di 20 persone è composto da 16 ragazzi che hanno meno di 25 anni. 

A dispetto di un mondo del lavoro dominato spesso dai più adulti che in molte imprese rappresentano la stragrande maggioranza degli impiegati e che per così dire “accettano” di lavorare accanto a dei colleghi più giovani, in Bnbsitter abbiamo invertito ancora una volta le cose

DREXCODE

Tutte le aree fondamentali dell’azienda sono presidiate da risorse interne

Ogni membro del team proviene da background differenti. C’è chi ha già lavorato nel settore della moda e chi come il nostro CEO ha lavorato in grandi aziende come Nestlé ad esempio.

Particolarmente importante è la gestione del team tecnico, che oggi è guidata da un CTO senior attraverso metodologia Scrum

Il business corre spesso più veloce rispetto allo sviluppo tecnologico. Per stare dietro alle esigenze di business è quindi essenziale un allineamento perfetto con le priorità aziendali del momento. 

MIMOTO

Uno degli elementi principali del team allargato di MiMoto è la “diversity”.  

La nostra compagine è formata da persone diverse tra loro, per origine, cultura, formazione. Si passa da giovani membri che stanno muovendo i primi passi all’interno del mondo startup per arrivare a figure più esperte come il nostro Founder e Amministratore Delegato che ha lavorato per Sky e Mediaset ad esempio.

Crediamo fortemente che questo aspetto sia uno dei principali punti di forza della nostra realtà e le risorse che fanno parte del team traggono vantaggio da questo perché ognuno di noi ha da imparare dal prossimo.  

Un altro approccio che adottiamo è quello definito “bottom-up”, con l’obiettivo di far sì che ogni singola persona in MiMoto sia responsabile del nostro successo: a differenza di realtà più consolidate, in MiMoto le decisioni vengono prese in maniera veloce, senza troppi passaggi o gerarchie, sempre figlie di confronti costruttivi e prese in maniera collegiale

5) In base a cosa scegliete una risorsa da assumere?

ragazza viene assunta in startup

3BEE

Motivazione e competenza: la cosa che ci piace di start2impact è che ci permette di ricevere un CV verificato in cui possiamo vedere i progetti concreti realizzati sulle competenze che ci interessano per vedere le abilità delle persone, eliminando così l’autoreferenzialità! 

Qui due link di esempio su come ottenere un CV verificato in Programmazione Web e Marketing Digitale  su start2impact.

Passato lo screening facciamo 2 colloqui:

  • uno via skype  
  • uno di persona

Valutiamo la motivazione e approfondiamo le competenze. Non facciamo test pratici o tecnici, se capiamo che la persona ha la motivazione per imparare abbiamo un budget per formarlo.

BNBSITTER

Ci sono 3 criteri che mi guidano in fase di selezione di un candidato:

  • Responsabilità
  • Fiducia
  • Autonomia della persona

Se li possiede allora cerco di valutare anche il “cultural fit”, la sua capacità di integrarsi facilmente nel team, di comunicare lo stesso linguaggio degli altri membri e di condividere i valori essenziali della startup. 

Preferisco sempre puntare su una persona capace di comunicare e integrarsi rapidamente piuttosto che in un genio incompreso!

Una volta selezionato arriva il primo giorno di lavoro ed è il momento di firmare il contratto.  

E lì, primo piccolo shock 😉 

Davanti al contratto, prima di firmare preciso sempre a tutti i nuovi arrivati che… sono liberi di andarsene quando vogliono!  

Il contratto di lavoro non è un contratto di sangue con l’azienda: non ci spaventa il turnover. 

Se lasceranno Bnbsitter per qualcosa di meglio, un posto e un salario migliore, allora avrò comunque raggiunto il mio obiettivo di averli fatti crescere e avergli dato un futuro migliore.  

Oggi la maggior parte dei giovani che, arrivati come stagisti hanno lasciato dopo uno o due anni Bnbsitter occupano posti di responsabilità in gruppi quali BNP ParibasMarriot International o in startup internazionali come Deliveroo

In Bnbsitter le persone decidono di rimanere a lavorare consapevolmente e per scelta. Ognuno cerca di prendere il massimo dall’impresa, di crescere, di evolvere. 

Se scala in maniera sufficientemente rapida i gradini allora resta, altrimenti parte. E questo, in quanto CEO, è il mio più grande challenge. Far sì che l’intera impresa evolva rapidamente per far si che ognuno possa considerarsi nel posto giusto

Nel caso contrario, e questo accade ed è fisiologico, alcuni partono.

DREXCODE

Per le figure junior la cosa fondamentale è la motivazione, la passione per il digitale e l’innovazione, la voglia di imparare e di dare il proprio contributo alla costruzione di un business e di un mercato completamente nuovo. 

Fondamentale la consapevolezza di voler fare proprio questo tipo di esperienza lavorativa più di ogni altra per l’arricchimento che ne deriverà sia in termini di competenze che personali. 

Si deve “desiderare” di lavorare in Drexcode.

MIMOTO

Assumere una risorsa è ancora più difficile di far funzionare il business dello sharing. 

Ovviamente sto estremizzando il concetto, ma è per sottolineare l’importanza e la relativa complessità di scegliere una persona, per più aspetti.  

Crediamo nel lavoro e non vogliamo turnover, ma creare una grande famiglia, ecco perché la scelta è sempre delicata. 

Non abbiamo la presunzione di piacere a tutti per cui la scelta deve essere duplice, per noi è come se fosse un matrimonio tra le due parti. 

Vogliamo persone che siano felici di lavorare per questo progetto e che sposino appieno la nostra visione. 

Cerchiamo persone curiose che si chiedano il perché delle cose e che vogliano lasciare un segno in questo Mondo. 

WASH OUT

Siamo alla ricerca di una persona che arrivi per rimanere con noi a lungo, che sia curiosa e che abbia la forza e la voglia di mettersi in gioco realizzando soluzioni concrete, dalla progettazione e sviluppo, ai test e all’uso dello strumento realizzato da parte dei colleghi o dei clienti. 

La forza di Wash Out sta nelle persone che la compongono, ognuno contribuisce al successo e lo fa non solo per quelle che sono le sue competenze specifiche, ma a 360° nella realtà aziendale.

Conclusioni

riunione del team di una startup

Queste erano le risposte di 5 startup che fanno parte del nostro network, a livello italiano ed europeo.

In un ambiente del genere, dove la crescita del team è il primo obiettivo da raggiungere, con la giusta dose di impegno, passione e serietà è possibile ottenere risultati importanti con tempi nettamente inferiori a tutte le altre tipologie di aziende sia in termini di responsabilità che di stipendio.

Per questo lavorare in una startup può essere il modo migliore per fare carriera e cambiare il mondo lavorando a progetti altamente innovativi e di grande impatto sociale.

Abbiamo spiegato nel concreto cosa significa lavorare in una startup in questo blogpost, dagli un’occhiata!

Ti lascio qui anche tutte le storie di successo dei nostri studenti che, una volta completato uno dei nostri 6 Percorsi di Formazione Pratica, hanno trovato lavoro in realtà sia interne che esterne al nostro network!

Scopri qui tutti i Percorsi offerti da start2impact.


Non perderti il prossimo blog post. Seguici su Telegram!