torna al Blog
Categorie
Lavoro

5 Startup Green in Italia che ti aiuteranno a sostenere l’ambiente

In questo articolo parliamo di 5 Startup Green in Italia che hanno l’obiettivo di generare un impatto positivo sull’ambiente!

Tutti, e allo stesso modo, siamo tenuti a fare qualcosa a sostegno dell’ambiente.

A partire dalla lotta contro lo spreco alimentare e le campagne a sostegno del riciclo, tutti dobbiamo essere membri attivi di questa sfida contro l’inquinamento per aiutare il nostro mondo.

Ho letto molte volte una frase che mi ha sempre colpito:
“Non esiste un pianeta B”.

Questo cosa vuol dire?

Vuol dire che non abbiamo una seconda occasione.

Siamo tutti coinvolti nel compito di garantire un futuro eco-sostenibile a tutti e rendere il nostro mondo un posto migliore.

Fortunatamente sono centinaia le idee messe in atto da persone che vogliono fare la differenza, grazie alla creazione di diverse startup con lo scopo di sensibilizzare gli altri su questo argomento.

Anche l’Italia ha risposto alla chiamata dell’ambiente, con soluzioni concrete e innovative.

Oggi, quindi, vedremo insieme 5 startup green in Italia che ti aiuteranno a sostenere l’ambiente e a fare la differenza.

Andiamo subito a scoprirle!

1. Treedom

startup green

Non potevo cominciare questa lista senza menzionare una delle startup green in Italia più conosciute.

Se non sai di cosa sto parlando, Treedom è una piattaforma che ti permette di piantare un albero a distanza comodamente online, con la possibilità di seguire tutto il suo percorso di crescita. 

Ogni albero, infatti, riceve un proprio ID univoco e vengono registrate le sue coordinate in un GPS.

L’utente riceve aggiornamenti costanti con prove fotografiche dell’andamento della sua pianta, le sue condizioni di salute e i benefici ambientali che essa procura.

Ciò che rende unica questa startup sostenibile, è l’incredibile impatto positivo che questo singolo gesto è in grado di generare sulla società e sul pianeta.

Sulla società perché tramite questa piattaforma sostieni il lavoro di 110.393 contadini che hanno il compito di occuparsi degli alberi quando non sono ancora produttivi. 

Sul pianeta perché tutti gli alberi piantati contrastano l’erosione del suolo e la sua desertificazione.

Non da meno, questo metodo garantisce una riforestazione dei terreni.

Ad oggi, il numero totale di anidride carbonica assorbito grazie agli alberi piantati con Treedom è pari a 514.811.805 Kg.

Hai a disposizione 17 paesi nel mondo tra cui scegliere per piantare il tuo albero, garantendo all’ambiente un futuro migliore.

Il sito contiene un blog con tutte le storie degli alberi e un’idea nuova tutta green per creare le bomboniere di un matrimonio all’insegna dell’ecologia.

Insomma, una startup green decisamente interessante.

2. Babaco Market

startup green in Italia sostenibile

Questa startup green innovativa personalmente mi ha dato qualcosa di nuovo su cui riflettere.

Forse non lo sai, ma quando compriamo frutta e verdura, acquistiamo prodotti che in precedenza sono stati ritenuti conformi o meno, agli standard dei canali di distribuzione.

Ma cosa vuol dire?

Vuol dire che centinaia di frutta e verdura ogni giorno viene gettata prima ancora di finire all’ingrosso.

Questo perché non ritenuta “bella” da vendere nei supermercati.

Gli elementi esteticamente imperfetti, in sostanza, vengono semplicemente buttati via o lasciati a marcire.

Questa consapevolezza mi ha lasciato senza parole.

Ecco perché ho tirato un sospiro di sollievo quando ho scoperto Babaco Market.

Questa startup green si occupa di consegnare direttamente a casa, con un servizio di abbonamento, tutta quella frutta e verdura di stagione con piccoli difetti.

Questi possono avere una buccia strana o una forma un po’ diversa.

Come descritto sul loro sito, infatti, i loro prodotti “Rispecchiano l’amore per il cibo e il rispetto delle tradizioni, dove il bello non esiste ma esiste solo il buono”.

In piattaforma scegli la box di frutta e verdura che meglio si adatta alla tue esigenze e la frequenza con cui vuoi riceverla. 

Loro si preoccuperanno di consegnarla a casa tua al fresco e senza creare sbalzi di temperatura per tutelare il valore del cibo.

In più, attraverso gli articoli sul loro blog, scopri un sacco di ricette da realizzare proprio con i loro prodotti!

Insomma, la natura ci offre i suoi beni più preziosi, dargli il giusto valore che meritano è nostro dovere.

Ma adesso andiamo a scoprire insieme la prossima startup green in Italia!

3. Orange Fiber

startup innovativa

Restiamo sempre nel tema della “frutta”, ma questa volta associamola a un argomento un po’ diverso: la moda.

Ebbene sì, una startup green sostenibile chiamata Orange Fiber ha unito questi mondi.

Come? Con il primo tessuto sostenibile da agrumi al mondo.

Grazie al processo di produzione industriale sviluppato dai membri del team, infatti, è stato possibile creare un tessuto di alta qualità capace di rispondere alle esigenze di innovazione e sostenibilità dell’industria della moda.

Questo tessuto proviene da quello che viene chiamato “pastazzo”, ovvero ciò che rimane dopo la spremitura degli agrumi.

Dopodiché questo pastazzo viene lavorato fino ad ottenere una cellulosa adatta alla filatura.

I capi prodotti dalla filatura sono esclusivi e setosi

Senza dubbio, Orange Fiber è una risposta importante al problema legato agli sprechi e all’inquinamento, perché fino ad oggi il pastazzo ha rappresentato un grosso problema per l’intera filiera agrumicola a causa dei suoi elevati costi per le industrie e per l’ambiente.

Adesso, grazie a questo nuovo metodo, i sottoprodotti dell’industria agrumicola vengono trasformati in una nuova risorsa per il mondo della moda.

E, allo stesso tempo, garantiscono sostenibilità a favore della natura.

Insomma, una startup green unica nel suo genere.

4. Vaia

startup green 2021

Nell’Ottobre del 2018, sul versante nord-est italiano, è avvenuto un disastro metereologico su larga scala.

Quella che è stata ritenuta ben più di una tempesta burrascosa, quanto un vero e proprio disastro naturale, ha spazzato via milioni di alberi facendoli crollare al suolo e ha portato alla distruzione di decine di migliaia di ettari di foreste conifere e alpine

La stima dei danni dovuti a questo avvenimento è pari a 2.8 miliardi di euro, e 494 sono i comuni rimasti coinvolti da questo disastro.

Per affrontare questa situazione e per rispondere in maniera naturale e innovativa a questo disastro, è nata Vaia.

Tra le startup green in Italia, Vaia si occupa del recupero di tutti questi alberi caduti che altrimenti verrebbero buttati.

Il loro intento è quello di creare qualcosa di semplice ma efficace, per generare un impatto positivo sull’ambiente ma senza danneggiare le materie prime.

All’interno del loro sito, puoi trovare il prodotto che hanno deciso di creare dai tronchi abbattuti, ovvero una piccola cassa di legno che riproduce suoni caldi e profondi.

Un piccolo amplificatore destinato a durare in eterno, perché completamente naturale.

Ogni pezzo costruito è diverso dall’altro, con le sue venature.

Ti basta inserire uno smartphone nelle fessure della cassa e il gioco è fatto.

Con questo piccolo oggetto contribuisci a ripiantare nuovi alberi e a promuovere iniziative ecologiche nel territorio.

Insomma, una startup green semplice ma decisamente d’impatto.

5. Glass to Power

Startup innovativa del futuro

E, infine, ultima ma non per importanza, vediamo insieme una startup green in Italia che ha dimostrato come possiamo contrastare l’inquinamento con i pannelli solari, ma senza rinunciare all’estetica degli edifici.

Sto parlando di Glass to Power, uno Spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, che dal 2016 ha deciso di dedicare la sua attenzione a una tecnologia in grado di contrastare l’inquinamento e garantire case energeticamente efficienti.

In sostanza, tramite questa tecnologia le nuove abitazioni saranno in grado di produrre in autonomia tutta l’energia di cui necessitano per il loro funzionamento, e saranno esteticamente più gradevoli.

La missione di questa startup green è quella di realizzare dei pannelli fotovoltaici trasparenti, esteticamente piacevoli, in grado di integrarsi invisibilmente nelle architetture degli edifici moderni.

Questo tipo di edilizia garantisce una qualità di vita migliore per il pianeta, perché questi sono edifici con un consumo energetico quasi a zero.

Le prestazioni dei pannelli solari hanno un’efficienza di generazione di energia elettrica tra il 5% ed il 7% e sono tutti costruiti con materiali eco-friendly.

Direi che questo è un chiaro esempio di tecnologia innovativa applicata alla salvaguardia dell’ambiente.

Conclusione

startup italiana di successo a impatto sociale e ambientale

Conoscevi qualcuna di queste startup green in Italia? 

Spero tu le abbia trovate interessanti, utili e soprattutto concrete a sostegno dell’ambiente.

Quando ho scoperto queste realtà ho avuto la conferma che tutti noi possiamo fare la differenza, anche a partire dalle piccole cose.

In questo articolo, ad esempio, ci sono 5 consigli per studiare (o lavorare) riducendo il nostro impatto ambientale.

Sono semplici ma interessanti accorgimenti alla portata di tutti.

Sensibilizzare le persone su un tema così delicato come quello del green sta diventando sempre più importante, per garantire a tutti un futuro verde e sostenibile. 

Anche start2impact si impegna quotidianamente per fare la differenza e dare il suo contributo.

Abbiamo, infatti, voluto organizzazione delle live per intervistare varie realtà in Italia che stanno avendo un forte impatto sociale e ambientale.

Abbiamo voluto capire di cosa si occupano e come fanno ad avere un impatto positivo pur rimanendo economicamente sostenibili.

Queste sono: 

  1. 3Bee, una startup agri-tech che sviluppa sistemi intelligenti di monitoraggio e diagnostica per la salute delle api, contribuendo così a preservare la biodiversità del pianeta;
  1.  Plastic Free, un’associazione di volontariato con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, che non solo inquina ma può anche uccidere;
  1.  Vivi gli Animali, una realtà che opera a favore degli animali, delle persone che concretamente se ne occupano e per lo sviluppo di una cultura di rispetto di tutti gli esseri senzienti

Se vuoi saperne di più, in questo post su Instagram parliamo proprio di questa e di altre attività che abbiamo svolto con i Membri della nostra Community.

Lo scopo è sensibilizzare e portare valore alle persone che vogliono rendere il nostro un posto migliore.

La missione di start2impact, infatti, è proprio quella di formare e ispirare i giovani ad avere un impatto positivo sulla società e sul pianeta attraverso le competenze nel digitale e nell’innovazione.

Avendo a disposizione 6 diversi Percorsi di Formazione in un unico abbonamento, i Membri della Community mettono in Pratica le conoscenze teoriche apprese nei vari Corsi con Progetti Reali.

I Progetti Pratici riflettono tematiche a impatto sociale e aiutano gli studenti a capire come generare un impatto positivo sulla vita delle persone.

Ogni Progetto è corretto dai Coach dei vari Corsi di start2impact, professionisti del settore e punti di riferimento importanti per la Community.

Con i loro Feedback Personalizzati ricevi i giusti suggerimenti per comprendere meglio eventuali errori commessi durante la realizzazione di un progetto.

Inoltre, i Coach ti stimolano a migliorare il tuo lavoro per fare colpo sulle aziende.

Tutti gli studenti, quindi, possono sfruttare le competenze digitali sviluppate su start2impact, per dare il proprio contributo in realtà che possono migliorare il nostro pianeta.

I percorsi che puoi trovare in piattaforma sono: Digital Marketing, Sviluppo Web e App, Data Science, UX/UI Design, Blockchain e Startup.

Quando io ho scelto di seguire quello di Digital Marketing, sono rimasta stupita dalla quantità di idee che posso mettere in atto con le mie competenze digitali. 

Quasi tutti i Progetti che ho dovuto affrontare avevano una tematica sociale o ambientale con cui mettermi in gioco, per mostrare le mie iniziative a ipotetici clienti.

Ciò mi ha portato ad ampliare il mio interesse verso questi argomenti. 

In più, la possibilità di confrontarmi con gli altri Membri della Community mi ha dato modo di migliorare le mie competenze, mi ha dato nuovi stimoli e ha senza dubbio aumentato la mia voglia di creare qualcosa a sostegno dell’ambiente.

Basta davvero poco per fare la differenza.

Se anche tu vuoi contribuire con le tue competenze nel digitale e nell’innovazione al miglioramento della società e del pianeta, vieni a scoprire start2impact!

Non perderti il prossimo blog post. Seguici su Telegram!